L’Inter è costretta a fare il punto della situazione in difesa dopo il grave infortunio patito ieri, durante il match con la Dinamo Kiev, da Zinho Vanheusden. Il giovanissimo belga, ormai in pianta stabile in prima squadra (è considerato da Spalletti il quarto centrale dopo Miranda, Skriniar e Ranocchia) ha rimediato la rottura del crociato del ginocchio sinistro e rimarrà fuori per i prossimi cinque-sei mesi.

Una brutta notizia di certo per la carriera del promettente calciatore, ma anche per Spalletti che si ritrova ora con soli tre centrali di ruolo a disposizione. Non è emergenza, considerato anche che l’Inter quest’anno non disputa le coppe europee, ma di certo la corsa Champions potrebbe essere influenzata anche da dettagli di questo tipo.

Secondo la Gazzetta dello Sport l’Inter potrebbe così decidere di intervenire nelle prossime ore sul mercato, attingendo dagli svincolati. Ovvio, non ci si può aspettare un grande nome, ma qualche giocatore che potrebbe garantire una buona dose d’esperienza c’è: dall’inglese Lescott, ex Manchester City, a Kolo Tourè (l’ultima stagione al Celtic Glasgow) senza dimenticare un campione del mondo come Zaccardo. Chissà se alla fine Spalletti proverà ad “arrangiarsi” considerando come quarto centrale Danilo che già in passato, quando serviva, ha ricoperto quel ruolo.