Come abbiamo avuto modo di segnalare già qualche giorno fa, l’Inter starebbe studiando due grandissimi colpi a parametro zero per giugno: il primo è Mesut Ozil, in uscita dall’Arsenal dopo aver detto a chiare lettere a Wenger di non voler rinnovare. Il secondo è Leon Goretzka, probabilmente meno noto al grande pubblico ma comunque un elemento di valore assoluto.

Il centrocampista tedesco, classe ’95, è entrato stabilmente nel giro della nazionale ed è un punto fermo dello Schalke 04. I “knappen”, però, stando a quanto riferisce oggi la “Bild” non sarebbero intenzionati a vendere il loro gioiello a gennaio, tra l’altro svendendolo: l’intenzione è quella di trattenere Goretzka anche nel caso (molto probabile) in cui non dovesse arrivare il rinnovo contrattuale.

Una situazione complicata per lo Schalke ma resa paradossalmente più semplice da un paio di clausole presenti nel contratto di Goretzka: lo Schalke 04 dovrà versare il 20% della cessione (nel caso sia superiore ai 4 milioni di euro) al suo ex club, il Bochum, e un altro 20% (con minimo in questo caso fissato a 2.5 milioni di euro) al suo procuratore, Jorg Neubauer. Insomma, il club tedesco otterrebbe in ogni caso una cifra molto inferiore alle aspettative per il ragazzo ed è per questo motivo che, dato ormai per perso, preferirebbe trattenerlo fino a giugno.